“Beautiful, Sustainable, Together”, queste le parole chiave del nuovo progetto culturale europeo varato a Gennaio 2021 da Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea, The “New European Bauhaus”. Un nuovo modello sociale ed economico, uno spazio di incontro per progettare futuri modi di vivere con l’obiettivo di raggiungere la sostenibilità ambientale e sociale attraverso la messa in rete di saperi complessi e diffusi come il design, l’architettura, l’artigianato, le nuove tecnologie e lo studio delle energie rinnovabili. 

Questo modello ha origine dal movimento artistico conosciuto come The Bauhaus, letteralmente “casa del costruire”, la scuola di design ideata dall’architetto Walter Gropius in Germania dal 1919 al 1933. Un luogo dove famosi architetti e artisti, tra cui Josef Albers, Wassily Kandinsky, Paul Klee, Adolf Meyer e molti altri, insegnavano e lavoravano insieme per realizzare edifici funzionali e allo stesso tempo belli, in cui la ricerca, l’innovazione e la tecnologia rappresentavano il principale motore di sviluppo della società. Un vero e proprio Rinascimento tedesco di scultori, pittori, scultori e architetti il cui unico obiettivo era di avvicinare l’artista all’artigiano e integrando l’arte alla vita, promuovendo il lavoro di gruppo, l’artigianato a livello creativo e l’industria a livello produttivo, incentivando la formazione artigianale degli allievi e costruendo una comunità di maestri e discepoli uniti in uno spirito di collaborazione e di sperimentazione di nuovi linguaggi creativi.  

Ancora una volta è la figura dell’artista che riesce a rivoluzionare il mondo, fonte di rinascita creativa su cui anche l’Europa ha deciso di investire nei prossimi anni per ripartire e rilanciare un’economia più inclusiva che aiuti gli ecosistemi del pianeta a rivivere, e dove Arte, Cultura e Creatività rappresentano un valore aggiunto e favoriscono la crescita della società e del sistema imprenditoriale ponendo al centro la bellezza, la sostenibilità e l’inclusione sociale e culturale come strumenti concreti di sviluppo per il nostro futuro.

Autore: Germana Girelli